Arci Jesi-Fabriano


Lascia un commento

Annullato lo spettacolo “Suonavamo ad Auschwitz”

A causa di motivi di salute riguardanti una delle protagoniste, è stato annullato e rimandato a data da destinarsi “Suonavamo ad Auschwitz”, la lezione-spettacolo prodotta dal Circolo letterario Bel-Ami per far conoscere l’incredibile storia della musica composta nei campi di concentramento, transito e sterminio, e organizzata da Arci Jesi-Fabriano con il Comune di Santa Maria Nuova, l’ANPI di Jesi e Musica Distesa.

Lo spettacolo avrebbre dovuto tenersi sabato 13 febbraio all’Auditorium “Divina Pastora” di Santa Maria Nuova.

Continua a leggere


Lascia un commento

“Suonavamo ad Auschwitz”: una lezione-spettacolo sulla musica composta nei campi di concentramento

Arci Jesi-Fabriano partecipa con il Comune di Santa Maria Nuova, l’ANPI di Jesi e Musica Distesa all’organizzazione di “Suonavamo ad Auschwitz”, una lezione-spettacolo prodotta dal Circolo letterario Bel-Ami per far conoscere l’incredibile storia della musica composta nei campi di concentramento, transito e sterminio.

Lo spettacolo avrà luogo sabato 13 febbraio alle 21 all’Auditorium “Divina Pastora” (Collina di Santa Maria Nuova).

A settant’anni dall’apertura dei cancelli del più famigerato campo di concentramento della storia della Seconda Guerra Mondiale, una serata dedicata a un capitolo misconosciuto dello sterminio non solo degli ebrei, ma anche di Rom, omosessuali, prigionieri di guerra e dissidenti politici.Sono note a tutti le terribili immagini dei deportati, dei prigionieri dei campi di concentramento,transito, prigionia e sterminio: volti scavati, occhi persi nel vuoto, corpi ridotti pelle e ossa.

Quello che pochissimi sanno è che nei campi di concentramento, persa ogni cosa, ogni bene materiale, la salute, il proprio “posto” nel mondo, la propria comunità, la gente faceva musica. Come atto di resistenza, come testamento morale quando non si ha nulla da lasciare ai posteri. Pezzi corali, quando l’unico strumento a disposizione era la voce, o strumentali, quando i nazisti permettevano di tenere uno strumento.Ma non lasciatevi trarre in inganno: questa musica non è una musica solo triste e cupa. Questa musica è jazz, swing, klezmer e cabaret, come nel campo di Westerbork dove ogni settimana grandi cabarettisti tenevano il loro spettacolo.

12615332_1059640877419535_441275600459283473_o


Lascia un commento

Sabato 30 la presentazione a Jesi del Rapporto Sbilanciamoci! 2016

Sabato 30 gennario Arci Jesi-Fabriano organizza a Jesi un incontro per presentare il “Rapporto Sbilanciamoci! 2016: Come usare la spesa pubblica per i diritti, la pace e l’ambiente”, la consueta Controfinanziaria elaborata dalla campagna Sbilanciamoci!, a cui aderisce anche l’Arci, che analizza in dettaglio le scelte e i provvedimenti di politica economica e finanziaria del Governo e propone una manovra alternativa di Bilancio con proposte puntali e concrete a favore di un’economia di giustizia, della garanzia dei diritti e dell’inclusione sociale, di un nuovo modello di sviluppo equo e sostenibile.

Interverranno alla presentazione l’economista e collaboratore di Sbilanciamoci! Vincenzo Comito e il responsabile nazionale del settore auto della Fiom Michele De Palma. A introdurre l’incontro che avrà luogo alle 17 nella sala dell’ex II Circosrizione (piazzale San Francesco, Jesi) sarà Tullio Bugari, referente area sociale di Arci Marche.

Il Rapporto è consultabile online all’indirizzo: controfinanziaria.sbilanciamoci.org

sbilanciamociDEF2

Continua a leggere


Lascia un commento

Sabato 16 gennaio l’incontro “Immigrazione fra mito e realtà: l’invasione che non c’è”

Si chiude sabato 16 gennaio la breve rassegna “Immigrazione fra mito e realtà”, evento pilota propedeutico alla formulazione di un progetto di scambio giovanile europeo Erasmus+ di prossima presentazione, a cui stanno lavorando l’Arci Jesi-Fabriano e l’Associazione Ciranda.

La rassegna prevedeva tre incontri sul tema dell’immigrazione, dell’inclusione e del pregiudizio:

– Nel primo incontro, svoltosi il 6 dicembre presso il circolo Arci “Casa del Popolo” a Jesi, è stato proiettato il film-documentario “Hotel House” diretto da Giorgio Cingolani, presente in sala, che ha fornito la sua testimonianza diretta. La proiezione è stata seguita con interesse dai numerosi presenti ed ha aperto un acceso dibattito.

– Nel secondo incontro, dal titolo “Migrazioni, lavoro e solidarietà”, svoltosi nella giornata internazionale del migrante – il 18 dicembre – presso l’associazione Casa delle Culture dell’Arci di Jesi, alcune delle associazioni del territorio si sono incontrate per discutere di inclusione e di buone prassi: interessanti gli spunti di riflessione avanzati dalle comunità straniere presenti (ucraina, senegalese, marocchina e congolese) e le testimonianze sia della Cgil in merito alle problematiche del caporalato nei cantieri navali di Ancona, sia degli operatori della Caritas riguardo a delle piccole sperimentazioni di microcredito.
Lo scopo dell’incontro era, anche, quello di avviare nel territorio una rete di collaborazioni tra le associazioni che si occupano di questi temi.

– L’ultimo appuntamento, dal titolo “L’invasione che non c’è”, è in programma sabato 16 gennaio alle ore 17.00 presso Palazzo Pianetti a Jesi, con il patrocinio del Comune; l’Associazione Ciranda proietterà slide e filmati volti a smascherare luoghi comuni e pregiudizi sull’immigrazione. Sarà presente Walter Massa, responsabile Immigrazione e Asilo dell’Arci Nazionale, che darà il suo contributo testimoniando la situazione allo stato attuale dei fatti in Italia.

Continua a leggere


Lascia un commento

Giornata internazionale dei migranti: alla Casa delle Culture l’incontro “Migrazione, Lavoro e Solidarietà”

In occasione della Giornata internazionale dei migranti Arci Jesi-Fabriano, Ass.ne Senegalese Manko, Caritas Jesi, Centro Serv. Integrazione sociale del comune di Jesi, Cgil Ancona, Comunità Ucraina Marche, Ciranda e Libera Presidio di Jesi presentano l’incontro-dibattito sul tema “Migrazione, Lavoro e Solidarietà”. L’incontro avrà luogo presso la sede dell’associazione Arci “Casa delle Culture” a Jesi in via Colocci 6 a partire dalle ore 18.

postermigranti


Lascia un commento

Sabato la presentazione del libro “Taras Ševčenko. Dalle carceri zariste al Pantheon ucraino”

Le associazioni Arci “Casa delle culture” e “Altrovïaggio” e la Comunità Ucraina Marche, con il patrocinio del Comune di Jesi, promuovono la presentazione del libro di Giovanna Brogi e Oxana Pachlovska, Taras Ševčenko. Dalle carceri zariste al Pantheon ucraino. A presentare l’evento, in programma sabato 12 dicembre alle 17.30 a Palazzo Pianetti a Jesi, la stessa prof.ssa Giovanna Brogi.

iniziativa ucraina


Lascia un commento

Shambhala presenta “Quando alzo le mani al cielo – Spiritualità e benessere: la preghiera strumento divino presente in tutte le tradizioni”

L’associazione Arci “Shambhala Centro Yoga e Thai Body Work” di Jesi presenterà domenica 13 dicembre Quando alzo le mani al cielo – Spiritualità e benessere: la preghiera strumento divino presente in tutte le tradizioni, interventi, testimonianze e condivisioni con la partecipazione di numerosi ospiti tra cui esponenti di diverse confessioni e religioni. L’incontro che avrà luogo al Teatro Beniamino Gigli di Castelbellino a partire dalle 15.30 sarà seguito, alle 21, dal concerto di musica sacra del mezzosoprano Marusca Montalbini. L’ingresso è libero.

grafica quando alzo.indd


Lascia un commento

Domenica 6 dicembre proiezione del film “Hotel House” al circolo Casa del Popolo

Comunicato stampa:

“Domenica 6 Dicembre 2015 al circolo “Casa del Popolo” di Jesi, proiezione del film “Hotel House” alla presenza del regista Giorgio Cingolani.

Il Comitato Arci Jesi-Fabriano e l’associazione Ciranda organizzano domenica 6 Dicembre 2015 alle ore 17:30 un’iniziativa dedicata ai temi dell’accoglienza e dell’immigrazione. Presso il circolo Arci “Casa del Popolo” in via XXIV Maggio a Jesi verrà proiettato il film “Hotel House” diretto da Giorgio Cingolani che sarà presente fornendo la sua testimonianza diretta.
A seguire è previsto un Apericena Multientico con la partecipazione dei rappresentanti delle comunità presenti sul territorio tra le quali: marocchina, ucraina, senegalese, bengalese e brasiliana.

L’iniziativa si pone all’interno di un ciclo di incontri dal titolo “IMMIGRAZIONE FRA MITO E REALTA’” organizzato da Arci e Ciranda per sensibilizzare la comunità sui temi dell’immigrazione.”


Lascia un commento

Luciana Castellina a Jesi per presentare “Da Moro a Berlinguer”

L’Istituto Gramsci Marche (sez. Jesi e Vallesina) e Arci Jesi-Fabriano promuovono per venerdì 27 novembre, alle ore 17.30 presso la Galleria di Palazzo Pianetti a Jesi, la presentazione del libro Da Moro a Berlinguer. Il Pdup dal 1978 al 1984 di Valerio Calzolaio e Carlo Latini. A presentare il volume, insieme agli autori, sarà Luciana Castellina, giornalista, scrittrice, ex deputata e presidente onorario dell’Arci. Interverranno inoltre Patrizia Rosini (Istituto Gramsci Marche) e Tullio Bugari (Arci Jesi-Fabriano).

Da Moro a Berlinguer


Lascia un commento

Sabato 21 novembre incontro con Loretta Emiri, autrice di “Amazzone in tempo reale”

Le associazioni Arci Altrovïaggio, Casa delle Culture e Shambhala organizzano, sabato 21 alle ore 17.30 presso la sede della casa delle Culture in via Colocci 6 a Jesi, un incontro con la scrittrice Loretta Emiri per presentare il suo libro Amazzone in tempo reale, vincitore nel 2013 del premio Kafka per la saggistica.Amazzone


Lascia un commento

VentiLiberi – E tu…di che pasta sei?

B_4bQxgXAAA_n_c.png-largeL’ARCI Jesi-Fabriano celebra i vent’anni dell’associazione antimafia Libera.
Il nostro comitato territoriale partecipa alla campagna “VentiLiberi – E tu…di che pasta sei?”, una raccolta fondi straordinaria in occasione del ventennale dell’associazione antimafia che vede impegnata in prima linea anche l’Arci, in qualità di socio fondatore.

Sabato 10 ottobre, presso il circolo Arci jesino “Martiri del XX Giugno” di via Roma, con la partecipazione del coordinamento provinciale di Libera e dei presidi di Jesi e Senigallia, si terrà una cena in cui la protagonista sarà la pasta a marchio “Venti liberi”, realizzata in edizione limitata dal pastificio Afeltra di Gragnano in Campania, con il grano in conversione raccolto nelle terre confiscate alle mafie, gestite dalle cooperative del Consorzio Libera Terra.

La pasta diventerà occasione per raccontare un pezzo della storia di Libera, dalla raccolta delle firme alla legge 109 del 1996, alla nascita delle cooperative sui beni confiscati e ai progetti comuni.
Soprattutto oggi abbiamo bisogno di unirci sempre più nel contrasto alle mafie, per promuovere la cultura della legalità, puntando alla ricostruzione etica e sociale del Paese.


Lascia un commento

Le foto della IV edizione di “Shambhala Yoga Festival …for wellness”

Si è svolto domenica (6 settembre), presso il giardino e i locali del centro socioculturale di Scorcelletti, la IV edizione di “Shambhala Yoga Festival …for wellness”, la festa dedicata allo Yoga organizzata dall’associazione Arci “Shambhala Centro Yoga e Thai Body Work” di Jesi. Ecco le principali immagini della festa (foto di Laura Zap):

(qui tutte le foto del festival)


Lascia un commento

Shambhala: IV edizione dello Yoga Festival e Open Day

Si svolgerà domenica (6 settembre) la IV edizione di “Shambhala Yoga Festival …for wellness”, la festa dedicata allo Yoga organizzata dall’associazione Arci “Shambhala Centro Yoga e Thai Body Work” di Jesi. L’evento, che si svolgerà presso il giardino e i locali del centro socioculturale di Scorcelletti, è gratuito è aperto a tutti.

Martedì 8 settembre è invece in programma un Open Day presso la sede dell’associazione (vicolo Ubaldini, Jesi) con due lezioni gratuite, alle 18.45 e alle 20.30. È gradita la prenotazione: shambhalayoga@gmail.com.