Arci Jesi-Fabriano

18° Festival della cultura multietnica a Fabriano il 20 e 21 settembre

Lascia un commento

logo

Anche quest’anno il circolo Arci “Il Corto Maltese” di Fabriano e l’associazione “La valigia delle meraviglie” presentano il Festival della cultura multietnica. Giunto alla sua diciottesima edizione, il festival si svolgerà il 20 e il 21 settembre nel centro di Fabriano, con laboratori, degustazioni, spettacoli, concerti e una tavola rotonda sul tema dello ius soli.

Il programma

VENERDÌ 20 SETTEMBRE

  • 17.00: Apertura dei Mercatini Etnici, presso i Giardini del Poio
  • 17.00-20.00: Laboratorio di Danza e Musica Africana, corso gratuito per grandi e piccoli (a cui saranno invitati gli alunni delle scuole dell’infanzia), a cura di Khadim Thioune, presso Piazza del Comune
  • 20.00-22.00: Cena Eritrea, degustazione culinaria etnica, presso Trattoria La Marchigiana
  • 22.00: I Leoni del Senegal, concerto di musica senegalese, presso i Giardini del Poio (www.youtube.com/watch?v=Vfci04TtX-M)

SABATO 21 SETTEMBRE

  • 17.00: Apertura dei Mercatini Etnici, presso i Giardini del Poio
  • 17.00-19.00: Laboratorio di Circo, corso gratuito di giocoleria, acrobatica, equilibrismo e clowneria a cura della Valigia Delle Meraviglie, presso Piazza del Comune
  • 19.00: Magia di Bolle, spettacolo organizzato dalla Valigia Delle Meraviglie, presso Piazza del Comune
  • 19.00-20.30: Tavola Rotonda su “Ius Soli e Cittadinanza”, dibattito pubblico con la partecipazione di Ambasciata dei diritti Marche, Arci Jesi-Fabriano, Ambito Territoriale 10 e di testimonianze dirette, presso i Giardini del Poio
  • 20.00-22.00: Cena Libanese, degustazione culinaria etnica, presso Trattoria La Marchigiana
  • 22.00: Trasformazioni, spettacolo a cura della Valigia Delle Meraviglie, presso i Giardini del Poio h.22
  • 23.00: Kabìla, concerto di world music e presentazione del nuovo disco “Yallah”, presso i Giardini del Poio (www.youtube.com/watch?v=JaQ8WfqOEvY)

header-5

Il mercatino dell’artigianato multietnico è aperto a chiunque voglia parteciparvi con la propria bancarella, previo contatto con l’organizzazione.

Tutti gli eventi sono completamente gratuiti ad esclusione della cena, per la quale è gradita prenotazione tramite messaggio privato via facebook o chiamando al numero 3471345240.

L’evento è organizzato con la collaborazione del Comune di Fabriano ed dell’Ambito Territoriale 10.

Il comunicato:

Quest’anno il Festival tratterà il tema dello IUS SOLI, una questione fortemente dibattuta negli ultimi mesi grazie anche alla presenza nel nostro governo del Ministro per l’Integrazione Cecile Kienge, che ha riportato l’argomento all’attenzione di tutti.
Lo ius soli è un’espressione giuridica che indica l’acquisizione della cittadinanza come conseguenza del fatto giuridico di essere nati nel territorio dello Stato, qualunque sia la cittadinanza posseduta dai genitori. Si contrappone allo ius sanguinis (“diritto del sangue”), che indica invece l’acquisizione di una cittadinanza per il fatto della nascita da un genitore in possesso di tale diritto. Nel mondo circa 30 stati su 194, specie nel continente americano, applicano lo ius soli in modo automatico e senza condizioni.
In Italia lo ius soli trova applicazione in circostanze eccezionali. Esso si applica in due casi: per nascita sul territorio italiano con genitori ignoti o apolidi o impossibilitati a trasmettere al soggetto la propria cittadinanza secondo la legge dello Stato di provenienza, oppure se il soggetto è figlio di ignoti ed è trovato nel territorio italiano.
Il tema offre l’opportunità oltre che di discutere di una legge specifica, di trattare più in generale il tema della cittadinanza nella nostra nazione, dove manca una seria prospettiva riguardo le politiche sociali migratorie.
Oggi più che mai è’ necessario combattere a diversi livelli, compreso quello normativo, disuguaglianze che producono inevitabilmente disagio e disgregazione sociale. Lo ius soli rappresenta una misura di giustizia sociale nei confronti di concittadini fortemente penalizzati e marginalizzati dalla legislazione vigente, ma prima ancora e sempre di più, come nostri vicini di casa e nostri studenti nelle scuole e nelle aule universitarie, nei posti di lavoro.

Siamo convinti che contemporaneamente sia necessario accompagnare questo processo di cambiamento normativo con una costante vigilanza nella lotta al pregiudizio, al razzismo, alla discriminazione di genere e alla disuguaglianza sociale. Frutti amari che anni di politiche assistenzialiste spicciole hanno prodotto. Le esperienze di altri Paesi europei dimostrano infatti che, benché il possesso della cittadinanza sia certamente un elemento significativo, da solo non sia sufficiente a garantire l’eliminazione delle disuguaglianze e l’affermazione delle pari opportunità. In un Paese come il nostro, storicamente caratterizzato da forti diversità socio-culturali, alcune delle quali si riconoscono anche in gruppi organizzati con impronta localistica quando non razzista, risulta cruciale promuovere l’integrazione e la coesione sociale attraverso il riconoscimento del contributo offerto da tutti coloro che vivono in Italia.

Il compito dello Stato diventa allora quello di facilitare il processo d’integrazione attraverso politiche mirate, favorendo l’apprendimento della lingua italiana, degli usi e costumi del nostro Paese ma anche ponendosi nell’ottica di conoscere gli usi e costumi dei residenti stranieri. Il riconoscimento delle differenze è il primo passo verso nuovi diritti di cittadinanza.

In questo contesto si pone il Festival della Cultura Multietnica, un evento a carattere annuale giunto alla XVIIIa edizione che coinvolge associazioni e pubblico proveniente da tutte le Marche e regioni limitrofe, avvalendosi inoltre di una rete di promozione e diffusione di impatto nazionale.

857744_517426931666001_816626627_o

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...