Arci Jesi-Fabriano

“Il mio voto va rispettato”

Lascia un commento

Il 4 luglio ad Ancona il Coordinamento regionale dei movimenti per l’acqua pubblica delle Marche, di cui Arci Jesi-Fabriano è promotrice, ha consegnato circa 200 reclami a Multiservizi. Nel silenzio assordante di quasi tutti gli organi d’informazione, è stato il lavoro di blog e siti web e la presenza di tanti banchetti riapparsi in varie città della provincia a spiegare che, a distanza di un anno da giugno 2011, dopo la vittoria referendaria, ancora sulla bolletta dell’acqua non è cambiato nulla. Vedere che anche Multiservizi, nonostante la sua campagna accattivante casa per casa, con una spesa non indifferente, con manifesti affissi in tutti i comuni, continui ad essere irrispettosa sia del decreto Presidenziale che della volontà dei cittadini lascia interdetti e genera rabbia. Tante sono le componenti dell’associazionismo che si sono unite in questa battaglia, inviando con raccomandata le lettere di reclamo. Se non saranno le Istituzioni a far rispettare l’esito del referendum con legislazione ed operazioni di contrasto tramite consorzi tra Enti locali, dovranno essere i cittadini e le cittadine a farlo.
Notizia pubblicata anche su ArciReport n.25.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...