Arci Jesi-Fabriano


Lascia un commento

Quattro Sì per cambiare l’Italia

COMUNICATO STAMPA

Quattro Sì per cambiare l’Italia

Dichiarazione di Paolo Beni, presidente nazionale Arci

L’Arci rivolge un forte appello a tutte le cittadine e i cittadini affinchè il 12 e 13 giugno si rechino alle urne per votare quattro Sì ai referendum popolari: Sì perché l’acqua è un bene fondamentale che appartiene a tutti e la sua gestione deve essere pubblica e partecipata; Sì per impedire ai gestori dei servizi idrici di ricavare profitti dalle tariffe; Sì per cancellare il nucleare dal nostro futuro; Sì per ribadire che tutti sono uguali di fronte alla Legge.
In tutti i modi hanno tentato di boicottare l’appuntamento referendario e di mortificare il diritto a incidere sulle scelte del Paese attraverso questo importante strumento di partecipazione.
Prima la decisione di non accorpare le amministrative col voto referendario, spostato all’ultimo fine settimana utile, con le scuole già chiuse e un ingiustificabile aggravio di costi.
Poi il maldestro tentativo del Governo di evitare il quesito sul nucleare con un decreto truffaldino e varato all’ultimo momento. Sono dovute intervenire la Cassazione e la Corte Costituzionale per smascherare l’imbroglio e ripristinare la legalità costituzionale.
Infine il pasticcio del voto degli italiani all’estero, che sono stati chiamati a esprimersi su un quesito diverso da quello che troveremo domenica e lunedì sulle schede.
Tutto ciò con un’informazione praticamente assente e un servizio pubblico che ha ricevuto ben tre richiami dell’Agcom perché non fa il suo dovere.
Eppure il 12 e 13 si voterà su temi decisivi per il futuro del Paese: la tutela dei beni comuni, la salute dei cittadini e dell’ambiente,una giustizia uguale per tutti. E’ un’occasione che non possiamo sprecare perché le cose, da martedì, possono cominciare a cambiare davvero.
Roma, 9 giugno 2011


Lascia un commento

10 giugno: serata di chiusura della campagna referendaria

WATER IS BLUES

Venerdì 10 Giugno, dalle ore 19.00 alle ore 23.00, in Piazza delle Repubblica, musicisti jesini saliranno sul palco esibendosi in una Jam session per chiedere di votare SÌ ai quattro quesiti referendari sui quali saranno chiamati ad esprimersi tutti gli elettori il 12 e il 13 Giugno.

Nel pomeriggio, una “biciclettata” partirà alle ore 18.30 dal Piazzale delle Corriere (Porta Valle) per attraversare tutta la città con bandiere e volantini informativi sui referendum, per arrivare in Piazza ed unirsi alla festa.

Comitato promotore per il referendum “2SÌ per l’acqua bene comune” – Jesi

vai al PROGRAMMA e al Comunicato Stampa

Comitato promotore per il referendum “2SÌ per l’acqua bene comune” – Jesi